Monat: Januar 2021

Bitcoin crashes, but the DeFi sector holds against it: The reasons!

Decentralized Finance (DeFi) was one of the few sectors in the crypto space that benefited this week. While Bitcoin (BTC) has been moving down for more than two weeks, some DeFi tokens have been able to gain significantly over the same period.

What is the reason for this and what news did DeFi not break in this week?

After the extreme Bitcoin price rally of the last few months, it is only normal for investors to take profits. Still, the strength of the DeFi sector is surprising. The DeFi ETF token (DPI) was only able to increase by just under five percent last week, but compared to a price decline of almost 20 percent for BTC, this is a remarkable performance.

The price driving the index this week was primarily the Aave (AAVE) lending project, which rose by 28.3 percent on a weekly basis. But other DeFi projects such as SushiSwap (SUSHI) or Uniswap (UNI) performed well this week .

In addition, the total value locked indicator, which shows how much capital is deposited in the entire DeFi sector, was relatively unaffected by the Bitcoin crash.

Total Value Locked DeFi Pulse

Total capital in DeFi logs fell 3.63 percent from $ 23.42 billion to $ 22.57 billion at press time. But what were the reasons for the continued strong performance of the DeFi sector?

Veröffentlicht in Preis von admin.

Cosa aspettarsi da crypto nel 2021: VPNOverview

Guardando indietro nel tempo, vediamo che il bitcoin ha colpito i mercati nel 2017 raggiungendo un picco imprevisto e inaspettato di oltre 19.000 dollari. Questa pietra miliare ha fatto sì che amatori e professionisti iniziassero a prestare attenzione al bitcoin e a prendere sul serio le crittocurrenze. L’ultimo anno del 2020 è stato ugualmente una corsa selvaggia per chiunque abbia guardato o investito nel mercato del bitcoin. Chiunque guardi i mercati sa che il Bitcoin ha scambiato più del 2021 andando oltre i 23.000 dollari.

Queste statistiche sono uno shock per chiunque abbia visto la Bitcoin scendere fino a 4.000 dollari all’inizio di marzo 2020, quando la pandemia (COVID-19) era alle prime fasi. Nonostante l’enorme fluttuazione dei prezzi, la Bitcoin ha viaggiato in una direzione ascendente, che è un discreto successo per una valuta che è stata lanciata sui mercati solo per un decennio. Detto questo, ci sono alcune interessanti previsioni fatte dagli esperti fintech sul futuro di questa cripto-valuta nel 2021. Continuate a leggere per saperne di più.

Per saperne di più

Si è ipotizzato che il bitcoin troverà la sua strada nel mainstream quest’anno, il 2021, per ottenere maggiore accettazione da parte del grande pubblico. L’uso del bitcoin nella vita quotidiana è sempre stato legato al problema dell’uovo di gallina. Il fatto è che sono in pochi ad accettarlo e ad usarlo, perché sono in pochi ad accettarlo e ad accettarlo. Detto questo, nonostante tutte le probabilità, il 2020 ha visto una massiccia evoluzione nell’adattamento del bitcoin. Se analizziamo i diversi mercati e le aziende fintech, vediamo che anche Paypal ha concesso ai suoi utenti il permesso di comprare e vendere con il bitcoin.

Con molte aziende fintech che danno ai loro utenti il timbro di approvazione, dovremmo abbracciare la possibilità che il mainstream veda il bitcoin come un’estensione vitale per comprare e vendere. Ci si aspetta che almeno una banca americana o europea stabilisca un sistema in cui gli acquisti con bitcoin siano abilitati. O se una delle banche permette ai clienti di detenere i loro beni digitali sotto forma di bitcoin. Vediamo come andranno le cose a lungo termine nel 2021.

Il bitcoin scatenerà una forte concorrenza

Per l’anno 2021, bitcoin si aspetta una bella concorrenza da parte delle grandi tecnologie. Indipendentemente da ciò che il bitcoin ha ottenuto in un decennio dal suo lancio, ha sicuramente costretto molte entità tecnologiche globali a pensare di offrire ai propri clienti una valuta digitale globale. La gente di tutto il mondo si rende conto dell’importanza del bitcoin e di come abbia cambiato la struttura finanziaria.

Pertanto, sempre più persone si stanno facendo avanti per investire in bitcoin. Ogni azienda che si occupa dello spazio internazionale dei pagamenti riconosce che il mercato dei pagamenti digitali sta crescendo in modo massiccio. Detto questo, capiscono che il potenziale più significativo risiede nelle diverse categorie di mercati valutari.

Bitcoin ha dimostrato con successo di essere in grado di snellire in modo rapido e abbastanza drastico il processo di transazione come valuta digitale globale. Pertanto, le aziende più importanti con una massiccia portata internazionale attueranno piani di valuta digitale per competere con il bitcoin.

Posizione competitiva delle banche centrali

Questo potrebbe essere uno shock per molti, ma si dice che oltre il 70% delle banche centrali del mondo stia lavorando al lancio della propria valuta digitale. Se guardiamo al mondo, vediamo che la Cina si è lasciata alle spalle tutte le altre nazioni con la sua posizione di valuta digitale. Ad esempio, nel 2020 si è tenuta una lotteria nella città cinese di Suzhou, dove tutti i 100.000 abitanti della città hanno ricevuto la somma vincente di 30 dollari nei loro portafogli digitali.

Con questa posizione competitiva, i vincitori sono stati incoraggiati a collegare i loro portafogli digitali ai loro conti bancari. Per intensificare l’esperimento, ai vincitori è stato chiesto di spendere il loro denaro digitale entro poche settimane, altrimenti sarebbe scomparso. Detto questo, la Cina si sta esplicitamente orientando verso l’adattamento della valuta digitale (yuan digitale), e si prevede che la domanda globale di bitcoin e di adeguate valute crittografiche sarà inferiore alla domanda globale di bitcoin e di adeguate valute crittografiche. Possiamo aspettarci che esperimenti simili sull’efficacia della moneta digitale si verifichino in altri paesi nel 2021.

Continuata instabilità

Sappiamo che il bitcoin non è associato ad una politica fiscale reale. Pertanto, la volatilità continuerà ad esistere nel 2021. In parole povere, possiamo aspettarci di affrontare le perdite o di guadagnare profitti con il bitcoin, dato che può apprezzare e deprezzarsi in modi imprevedibili come è avvenuto nell’ultimo decennio. L’unica cosa certa per il bitcoin è che la sua corsa selvaggia del 2017 e del 2020 continuerà e più probabilmente si ripeterà, quindi allacciate le cinture e state attenti.

Veröffentlicht in Bitcoin von admin.

Firo’s privacy-centred cryptomonnage under attack by 51%

Over 300 blocks were reversed in the course of the 51% attack.

The anonymous Firo crypt coin, formerly known as Zcoin, is the last working test coin to suffer a 51% attack.

When tweeting on Wednesday, Firo revealed that the protocol had suffered a 51% attack and advised holders to stop all transactions until the network returned to normal.
Ethereum Classic suffers another 51% attack
The attack would have come to light when users reported that previously confirmed transactions had not been confirmed. This was apparently the result of a blockchain reorganisation attack initiated by the attacker.

According to Binance’s CEO, Changpeng Zhao, the blockchain reorganisation resulted in a reversal of 306 blocks. Details of the attack shared by team members in the project’s Telegram group showed the confirmed „orphan“ transactions attacked the previous day.

As we go to press, Firo’s team says the attack has stopped. Commenting on the economic cost of the attack, Firo’s project manager, Reuben Yap, told Cointelegraph

„The exchanges are the ones that are losing out, as the attacker had deposited funds that have now been reversed due to the 51% attack. We are still working with the exchanges to resolve the issue. As far as we know at the moment, both Binance and Indodax were affected“.
The 51% attack affects over $5 million of Ethereum Classic
Firo said the attack was not due to a coding error. „We often evaluate to see what kind of hash rate is easily profitable in MTP and it never came close to something that could have carried out an attack on this scale,“ said Yap.

For Firo’s team, the attack was only possible because the project had not yet implemented chainlocks on the main network. A Chainlock is a secondary validation layer that supposedly mitigates a 51% attack.

According to Yap, with Chainlocks enabled, an attacker would need to control at least half of all of Firo’s master nodes in addition to the usual 51% mining hash rate domain.

Firo would have completed the test protocols for Chainlocks Bitcoin News Trader and is ready for full implementation in the coming weeks. When integrated, Chainlocks will be the last protocol feature added to the project after activating the Lelantus update.

The Grin network suffered a 51% attack, and the GRIN token is still resilient
The timing of the attack was suspicious, according to Yap, who said Firo is investigating possible motives. „To make a double expenditure of this magnitude, the attacker had also acquired significant amounts of Firo legitimately,“ he said, adding:

„The timing of the attack is also strange given that MTP has been active in our network for a long time and it has been several months since the first halving. Attacking us when we are so close to deploying chain locks seems strange“.
On the price side, Firo (FIRO) has dropped almost 12% in the last 24 hours. This decline has interrupted a positive 14-day trading period for FIRO, but the privacy currency is still above 73% since the beginning of 2021.

Work trial block chains with significantly lower hash rates have been attacked at 51% on several occasions. In 2020, Ethereum Classic suffered multiple 51% attacks and one such incident resulted in the loss of approximately USD 5.6 million in FTE. Grin, another privacy-focused kryptonie, also suffered a 51% attack in 2020.

Veröffentlicht in Bitcoin von admin.